Nervoso

Ogni tanto mi prende il nervoso, tipo 2 ore fa che Nana si rifiutava di fare il sonnellino quando cascava dal sonno, comprensibile visto che da pochi giorni si sta allenando a camminare spingendo lo schienale dell’automoblina. I bambini sono a casa tutta la settimana per le vacanze di Pentecoste, ormai oggi e domani, e sto terminando le risorse di cosa fargli fare. Ieri siamo stati allo zoo, oggi mercato stamattina e vorrei approfittare della bella giornata per un santo giro in bici. Perché per me, quando i giochi in casa sono terminati, compresi letture, compiti, costruzioni e trenini, la soluzione unica e inarrivabile è FUORI. Del resto, anche con Nano neonato,se piagnucolava e dopo un check rapido non capivo cosa avesse lo portavo fuori. Via. Le mura di casa vanno bene ma è meglio uscire. Esplorare, sporcarsi, cadere, inciampare e arrampicare.

Torniamo al mio nervoso, che forse mi sta passando. In realtà ho sonno. Un po’ sono anche emozionata perché sabato ci viene a trovare la prima italiana in Germania che conosco. L’unica in zona. E mica una persona banale, neanche un po’. Non so cosa sia, ma ho una sensazione di attesa, di aspettativa, sarà il vento, dico io, o il pranzo che mi sento ballare nello stomaco.

Nervoso passato quasi del tutto. Forse anche per me c’è bisogno di andare FUORI.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s