Inviti, mica che ci prenda la routine

Immagine dal web.

Conoscenze e amicizie: in due anni e più ti costruisci una nuova rete sociale, che fa da famiglia e da squadra di protezione, da occasione di crescita linguistica e culturale a gruppo anticrisi per i momenti di difficoltà logistica.
Tutto splendido, non fosse che mi scontro anche qui con l’annoso problema che le amicizie vanno coltivate, le persone vanno frequentate, a me piace tantissimo coltivare e frequentare ma va a finire che amicizie e persone diventano troppe e di weekend non ce ne sono abbastanza.

A Gennaio siamo stati presi per lavoro, a Febbraio le influenze e il passaggio tra kita e kindergarten hanno occupato le menti e beh, domenica era il 1 Marzo e ho deciso che dovevo dare una scossa alle nostre frequentazioni.
Invitiamo, organizziamo e facciamo, mica che ci prenda la routine, ho spiegato entusiasta al mio Lui terrorizzato.
Ho contattato Valentina, una simpaticissima lumbard di Stoccarda e famiglia, ho contattato Chema e famiglia franco-tunisina (il figlio è un amico del kita del mio nano), ho contattato Kavitha e Gabi per il famoso pranzo ItaloIndiRumenian, regolando un weekend ciascuno. Qualche persona così per partire, perché facendo una lista completa delle persone con cui voglio organizzare incontri-weekend siamo a posto fino a settembre.

Poi mi sono accorta che sabato 14 c’è il Flohmarkt del kindergarten a cui ormai ho dato il nome per partecipare all’organizzazione. Vedendomi trafficare con il calendario, l’adorato compagno di strada si è ulteriormente preoccupato e ha alzato la mano: un sabato lui ha pianificato un allenamento speciale con la sua verein, mica che ci prenda la routine, ovvio.

Bene. Intanto che attendevo risposta, ho stilato la lista di quelli e di quelle che dovrei invitare in settimana a bere il caffé, quelle robe da donne a cui io prevedo di dedicare 30 minuti e poi mi va via tutta la giornata. Ho segnato i nomi delle nuove famiglie del kindergarten che mi sono simpatiche e che inviterò qui per giocare con i nani, ho elencato i nomi delle nuove famiglie del kindergarten che sono simpatiche al nano diretto interessato, ho stilato i nomi delle famiglie del vecchio kita che sono simpatiche in generale. Ho listato le persone con o senza figli che voglio andare a trovare, quei viaggetti veloci che a noi piacciono tanto, Frankfurt, Schweinfurt, Freiburg, Muenchen, Ludwisburg che è qui a 15 min e non abbiamo mai il momento di andarci. Lista che ti rilista si è scatentata intanto una tri-chat in tedesco expat durata 1 ora in cui India, Romania e Italia hanno concordato giorno del famoso pranzo.

Di fronte a una moglie che digita furiosamente e mormora in tedesco, in italiano e in francese perché si aprono altre finestre, il mio Lui non ha poi fatto una piega: non lo dice, ma io so che dentro è d’accordo con me… mica che ci prenda la routine.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s