Successo personale e Klimahouse 2015

E’ un po’ che sto covando questo post, ma visto che ho anche dato sfogo a una delle peggiori influenze di sempre è rimasto qui al caldo, come bozza, perché mammaX2expatfreelance non butta via niente e ricicla tutto.

Giovedì 29 e venerdì 30 gennaio sono stata a Klimahouse 2015, a Bolzano, la fiera dell’efficienza energetica e del risparmio energetico in edilizia, per la N° volta e sempre con lo stesso piacere. Ai tecnici andare in fiera forse piace poco mentre a noi, anime chiacchieranti delle pubbliche relazioni e ufficio stampa, piace da matti. Perché in fiera ci si racconta, ci si vede personalmente invece di sentirsi per telefono, seppur stancandosi molto e e bevendo dei tir di caffé. E se sei resident allo stand, quando il caffé non ci sta più si passa al succo di frutta arancia/carota e infine, nel pomeriggio, all’acqua.

Lo stand RÖFIX SpA è come tutti gli anni un luogo accogliente, coi tavolini e un banco dove delle ragazze molto gentili preparano caffé e bicchieri di birra, succo, acqua, accompagnati da piattini di ottimo speck e formaggio dell’Alto Adige e pane locale senza lievito. Inutile dire che ci sono orari, per esempio dalle 11 alle 14, in cui lo stand è strapieno.

Genuina era la gioia dell’essere lì ancora una volta come professionista, con l’orgoglio di 2 figli e della scelta di expat, nonostante lo sforzo che mi è stato necessario per arrivare fino a lì, intendo proprio lo sforzo fisico.

Il momento che mi ha toccato di più è stato quando ho ricevuto il miglior complimento da un architetto sulla sessantina, mai visto né conosciuto, che prima di andarsene dallo stand mi ha cercata e salutata dicendo “La ringrazio perché è stata molto gentile con noi, Lei è una persona per bene”. Grazie. Ho spesso la spiacevole sensazione di non avere combinato un tubo di importante in questi anni di lavoro, di essere una delle tante come in effetti sono, di fare sforzi a non finire per portare avanti un lavoro a cui tengo e che mi piace molto e che questo sia riconosciuto soltanto dietro le quinte da chi mi ha visto addormentarmi sulla tastiera o svegliarmi di notte di soprassalto perché avevo sognato una scadenza.
E se tutto questo mi ha portato ad essere “una persona per bene”, beh signori, continuo la mia vita con uno sprint in più perché il mio successo l’ho già raggiunto.

Immagine da Klimahouse 2015 di ROFIX Spa Sulla sinistra sto chiacchierando, tanto per cambiare.

Immagine da Klimahouse 2015 di ROFIX Spa
Sulla sinistra sto chiacchierando, tanto per cambiare.

Advertisements

2 thoughts on “Successo personale e Klimahouse 2015

  1. BRavissima Chiara, davvero non so come fai… Vedo te che fai tanti sacrifici per un lavoro a cui tieni, poi penso a tutti i giovani che qui non trovano lavoro.
    E poi mi ricordo di quello che mi ha detto ieri il direttore tecnico dell’azienda dove lavoro, qui a Verona. Cerchiamo un ingegnere meccanico neolaureato per l’ufficio tecnico. Abbiamo affisso avvisi nelle bacheche delle facoltà di Padova e Brescia. Si sono fatti avantiin due… DUE di numero, tralaltro nessuno di qui, per cui c’é la forte probabilità che dopo un po’ ringrazino e se ne vadano altrove.
    La crisi c’é e si sente, ma molti fortunati hanno mamma e papà con soldi da parte e/o una buona pensione, ci pensano loro. Ma quando quelli se ne saranno andati, che faranno questi oggi ventenni che non hanno voluto – o in molti casi potuto – fare esperienze lavorative?
    Un brillante futuro per gli italiani. Tutti cadetti da “Amici” o “Italy’s got talente”? O a regalare il proprio voto al primo che promette un posto fisso, pagato dai sempre meno privati che per guadagnarsi da vivere devono invece competere, spremuti da tasse sempre maggiori? Ha ragione Forchielli, l’unica é evacuarlo questo Bel Paese, cosi almeno i giovani impareranno cos’é il lavoro e gli altri vivacchieranno di rimesse dall’estero come le Filippone e il Bangla Desh.

    • Non è la prima volta che sento di questo problema a trovare ingegneri o altre figure professionali, me lo raccontava anche una conoscente che lavora come “cacciatrice di teste”. E’ stupefacente, con tutti i laureati che ci sono!! Se posso avanzare un’ipotesi, credo anche che molti dei neolaureati (e purtroppo anche dei laureati non più “neo”) non abbiano la minima idea di come si cerca lavoro e si aspettino che cada dal cielo. Se non altro diventa una bella scrematura, c’è da pensare che i due che si sono presentati siano due tra i più svegli 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s