Figli e vecchi

E così è capitato di nuovo, una bambina questa volta, con il figlio 1 blaterante e semovente al centro di pensieri molto più concreti rispetto ad una pancia piccola piccola che, alla fine, va solo controllata ogni tanto. Ma non è questo che vorrei affidare al blog oggi. Ho la straordinaria fortuna di potermi dedicare al lavoro senza venire meno al mio ruolo di mamma, cosa che farò anche quando la bambina salterà fuori. Sarà faticoso, molto faticoso, ma ci sono già passata una volta e a rimboccarmi le maniche sono un’esperta. Ho la straordinaria fortuna di potermi dedicare all’essere mamma senza venire meno al mio ruolo di produttore di scherzi, risate, musica, caos, ballo, movimento, anzi qui c’è più collaborazione di prima.

Ciò che mi disturba è l’atteggiamento di molti coetanei: sei incinta la prima volta e la prendono con un “eh, le è capitato”, anche se sotto sotto sanno che non è così. Ma la seconda volta, a nulla valgono le scuse: quei due pazzi davvero i figli li producono! E si divertono! Non ci vedo niente di strano in chi di figli non ne ha, non ne vuole e sta bene così: come da sempre, non ci vedo niente di blasfemo, di umiliante, di dis-umano nei desideri e nelle strade che prendono le persone. Proprio questo intendo: che se c’è’ un tempo per diventare bacchettoni, rigidi, assurdi spaccapalle, vecchi nell’anima e nel corpo, questo tempo non è quello in cui diventi mamma. O bimamma.
Anzi, se non ti smuovevi di una virgola in passato davanti a storie di sessodrogatradimentitendenzealternative, sono questi i tempi in cui qualsiasi storia è solo vita e niente di strano. Provate voi ad avere a che fare con la cacca, con il vomito, con il muco, per due anni ed essere pronta a riprendere in mano la faccenda da zero per altri due: cos’è questo, saggio anziano ragionamento o giovane follia?

Advertisements

One thought on “Figli e vecchi

  1. è una cosa punk! Punto. Più punk di muco, cacca, vomito…. scherzi a parte fare figli al mondo d’oggi è giovane follia, è la speranza in un mondo che ne ha tanto bisogno, è mettere un seme che speri diventerà fiore in questa vita piena di persone grigie, piena di cattiveria e di cose brutte.
    Fare un figlio vuol dire ritagliarsi un pezzetto di eternità….
    Io lo sai come è andata, per fortuna ho Stella, ne vorrei un altro…o anche due se non lavorassi tutto il giorno…ora però ho dei problemi di salute da risolvere…ma spero proprio per l’estate di potermi regalare un altro pezzetto di eternità. Brava Chiaretta!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s