Here we go again

Sono passati mesi ormai e un post appare così vecchio, ma così vecchio che ti viene da chiederti se eri proprio tu a scrivere.

Lavorare con un collaboratore di 2 mesi è qualcosa di particolare, originale, strabiliante. C’è chi si aspettava di vedermi crollare, chi già immaginava scene da film dell’orrore, e c’è chi, ogni volta che mi incontra, mi scruta bene bene per vedere dove mi arrivano le occhiaie sul volto.Ebbene, non è niente di tutto questo: è faticoso, certamente, ma c’è una magia in ogni sorriso e in ogni ruttino che mi porta ad essere, assurdamente vista la situazione, meno stressata. Lavoro schiacciando l’acceleratore perché il tempo è poco, poi freno ed inchiodo per tramutarmi in mamma. Pannolino, biberon, ruttino, poi lui si fa il pisolino di 30 minuti, ed è il momento di rischiacciare l’acceleratore (email, email, email, telefono, telefono, telefono, scrivo, scrivo) e poi di nuovo stooopp (GHE-GHE!! AGUUU!!) bisogna giocare.

Posso solo dire “avanti tutta”.

Advertisements

2 thoughts on “Here we go again

  1. Bel post, Ki! Un abbraccio a te, all’ adorabile collaboratore e a Marc.

    Vi penso!

    Buona giornata!

    Valeria

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s