Dracula a Roma

Nella puntata di ieri sera di Opposto Time, il programma televisivo nato dalla creatività di Virginia Foderaro, lo scrittore Leandro Castellani diceva:

“…la televisione mi ha insegnato poche cose, ma quelle poche cose me le ricordo abbastanza bene: mi ha insegnato a NON SCOCCIARE IL PROSSIMO, mi ha insegnato a CERCARE DI INTERESSARLO e CERCARE, se possibile, DI DIVERTIRLO.”

Pensate: a me la televisione SCOCCIA, NON interessa e NON diverte – e per questo non l’ho nemmeno comprata.

In compenso questo obiettivo (di non scocciare il prossimo, di interessare e di divertire), che non si può definire in altro modo se non Straordinario, è perfettamente raggiunto in Dracula a Roma, il libro di Leandro Castellani. Un libretto da leggere d’un fiato o da centellinare storia per storia come una pillola della risata contro chi, appunto, scoccia il prossimo, non interessa e non diverte.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s